Vai al contenuto pricipale
Location: https://www.lingue.unito.it/robots.html
Location: https://www.lingue.unito.it/robots.html

Profili professionali

Immagine decorativa: professionista con computer

I laureati in Lingue e letterature moderne svolgeranno attività professionali in diversi campi: quello della formazione; dell'editoria; della traduzione letteraria; delle relazioni internazionali in enti pubblici e privati volti a promuovere la cultura e la letteratura.

I laureati in Lingue e letterature moderne possono svolgere attività di coordinamento e organizzazione di eventi letterari e culturali, occuparsi di rassegne stampa, della riorganizzazione di biblioteche e archivi. Possono, inoltre, svolgere attività legate al mondo della pubblicità, all'elaborazione di testi e all'editing.

Le competenze dei laureati in Lingue e letterature moderne ruotano intorno alla conoscenza delle letterature e culture europee e, per una parte di essi, dei paesi arabi o dell'estremo oriente.

I laureati in Lingue e letterature moderne possono lavorare presso testate giornalistiche negli ambiti del teatro, della letteratura, della storia e della cultura, presso centri che organizzano incontri culturali, conferenze, seminari e dibattiti, presso organismi di sostegno alle attività scolastiche (compiti, recupero).

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • 3.3.3.6.2 Tecnici delle pubbliche relazioni
  • 3.4.1.1.0 Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate
  • 3.4.1.2.1 Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali
  • 3.4.1.5.1 Guide ed accompagnatori naturalistici e sportivi
  • 3.4.3.1.2 Presentatori di performance artistiche e ricreative
  • 3.4.3.2.0 Tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale
  • 3.4.4.2.1 Tecnici dei musei
  • 3.4.4.2.2 Tecnici delle biblioteche
  • 3.4.5.3.0 Tecnici dei servizi per l'impiego

Il corso consente di conseguire l'abilitazione nelle seguenti professioni regolamentate:

  • Giornalista, previo superamento dell'esame di stato.
  • Insegnante di Lingue nelle Scuole superiori di I e di II grado, dopo la Laurea magistrale e secondo le previste procedure abilitanti.

I laureati in Scienze della Mediazione Linguistica potranno svolgere ruoli professionali in diversi campi: quello dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e di impresa; quello della ricerca documentale; quello della redazione, in lingua, e traduzione sia di testi aventi rilevanza culturale e letteraria, sia di altri generi testuali quali rapporti, verbali, corrispondenza; quelli relativi a ogni altra attività di assistenza linguistica alle imprese e agli enti e istituti pubblici, sia nell'ambito della formazione e dell'educazione linguistica sia nell'ambito dei servizi culturali rivolti a contesti multilinguistici e multiculturali e in riferimento a un ampio spettro di lingue.

I laureati in Scienze della Mediazione Linguistica possono trovare occupazione in attività concernenti:

  • La mediazione linguistica e culturale, in campo letterario, sociale, economico (con particolare riferimento all'editoria, a stampa e su supporto multimediale, alle agenzie di stampa e pubblicitarie, ai servizi di riproduzione di testi e documenti e di traduzione)
  • I servizi di ricerca e selezione di persone
  • Le attività dell'amministrazione pubblica rivolta agli Affari esteri o alla regolamentazione delle attività di carattere sociale
  • Le attività di organizzazioni associative, biblioteche, archivi, musei ed altri enti culturali

Possono trovare sbocchi professionali, riassumendo, in tutte le attività di tipo economico, istituzionale, editoriale in cui ci siano occasioni di interazione qualificata in lingua straniera e su argomenti diversificati non pertinenti a routine prestabilite, ma richiedenti capacità di analisi e di decisione autonoma.

Il Corso prepara alle professioni di:

  • Assistente linguistico alle imprese
  • Revisore di testi
  • Redattore di testi
  • Traduttore
  • Mediatore linguistico
  • Specialista nelle pubbliche relazioni

I laureati in Lingue e Culture per il Turismo svolgeranno ruoli professionali in diversi campi che comprendono non solo l'ambito prettamente turistico, incluso il turismo congressuale, ma l'organizzazione di attività sociali e di eventi culturali collegati con il territorio, con l'ambiente, con il vasto settore della comunicazione turistica per il mercato dell'editoria sia tradizionale, che più innovativa, come quella multimediale, negli uffici stampa di enti, istituzioni pubblici e privati.

I laureati in Lingue e Culture per il Turismo possono trovare occupazione in attività concernenti:

  • Organizzazione, allestimento di attività collegate al turismo in generale 
  • Organizzazione, allestimento di attività legate al turismo culturale, congressuale, "a tema"
  • Organizzazione, allestimento di eventi turistici e culturali legati al territorio 
  • Organizzazione, allestimento di eventi turistici e culturali legati all'ambiente 
  • Organizzazione, allestimento di materiale, anche multimediale, per la comunicazione turistica. 

Il Corso prepara alle professioni di:

  • Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate 
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti
  • Animatori turistici e professioni assimilate 
  • Agenti di viaggio
  • Guide ed accompagnatori naturalistici e sportivi
  • Guide turistiche

I laureati nel Corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature moderne acquisiscono uno dei titoli previsti per l'accesso alle classi di concorso e di insegnamento delle lingue e delle culture straniere. Inoltre, un solido bagaglio culturale, linguistico e letterario è richiesto, in Italia e all'estero, in tutti gli enti e le istituzioni per i quali una buona formazione di base è condizione indispensabile e data per acquisita.

I laureati in Lingue e letterature moderne possono svolgere funzione di coordinamento e di organizzazione di eventi culturali in senso lato e, più specificamente, di carattere letterario; possono curare servizi di rassegna stampa e di organizzazione di biblioteche e archivi; possono, inoltre, svolgere attività connesse con il mondo della pubblicità, dell'elaborazione di testi e dell'editing.

Le competenze dei laureati in Lingue e letterature moderne sono incentrate sulla conoscenza delle lingue, delle letterature e delle culture europee e, per una parte delle lingue e delle culture di riferimento, anche dei paesi arabi o dell'estremo oriente.

I laureati in Lingue e letterature moderne possono essere occupati presso testate giornalistiche e svolgere attività professionali in ambito teatrale, letterario, storico e culturale in senso lato; possono inserirsi professionalmente in centri culturali ed essere coinvolti nell'organizzazione di conferenze, seminari e dibattiti; possono inoltre trovare occupazione presso enti e istituzioni a sostegno del perfezionamento del percorso formativo dei discenti.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • 2.5.4.1.2 Dialoghisti e parolieri
  • 2.5.4.1.3 Redattori di testi per la pubblicità
  • 2.5.4.3.0 Interpreti e traduttori di livello elevato
  • 2.5.4.4.1 Linguisti e filologi
  • 2.5.4.4.2 Revisori di testi
  • 2.6.2.4.0 Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
  • 2.6.5.5.5 Insegnanti di lingue

Il corso consente di conseguire l'abilitazione nelle seguenti professioni regolamentate

  • Giornalista, previo superamento dell'esame di stato. 
  • Insegnante di Lingue nelle Scuole superiori di I e di II grado, secondo le previste procedure abilitanti.

Il Corso di Laurea magistrale in Comunicazione Internazionale per il Turismo intende formare specialisti delle conoscenze riguardanti gli aspetti linguistici, culturali e gestionali richiesti dal sistema turistico regionale e internazionale. Forti, in particolare, di solide acquisizioni linguistiche (conoscenza per questo corso di almeno due lingue oltre l'italiano, una in più del quadro generale di riferimento di questa classe), essi sapranno progettare itinerari culturalmente coerenti, iniziative nel quadro del turismo congressuale, iniziative turistiche in collaborazione con enti stranieri, strumenti editoriali aggiornati ed efficaci, eventi culturali che richiedano competenze ampie e pertinenti capacità di coordinamento, oltre che indispensabili conoscenze gestionali.

Il CdL Magistrale prevede stage e tirocini istituiti in accordo con enti pubblici e privati. Il percorso formativo comprende pertanto - oltre ai già citati corsi di lingua - insegnamenti di storia, di economia, di geografia, di informatica e, in alternanza a seconda dell'Offerta Formativa annuale, di storia dell'architettura, storia dell'arte, antropologia culturale, museologia, letteratura italiana.

Gli sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati del Corso di Laurea magistrale in Lingue straniere per la comunicazione internazionale riguardano ambiti lavorativi per i quali sia richiesta una elevata formazione culturale e linguistica per operare efficacemente, con competenza e creatività nel settore aziendale, imprenditoriale, nelle organizzazioni di promozione culturale del territorio e nelle organizzazioni a vocazione internazionale.

I laureati del Corso di Laurea magistrale possono svolgere professioni intellettuali e attività lavorative di elevata responsabilità, nell'ambito delle relazioni internazionali, presso aziende, la pubblica amministrazione, le istituzioni europee, le strutture del volontariato, gli enti locali, gli enti di promozione e valorizzazione del territorio, i servizi educativi e formativi nonché nella direzione di organizzazioni internazionali, di settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo.
Il percorso Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale / Master LEA (Langues Etrangères Appliquées) Langues-Droit-Gestion (Laurea binazionale) mira a costruire figure professionali che interagiscano con aziende e organismi internazionali in situazione di interculturalità: mediatori linguistici e culturali (area della comunicazione) nelle aziende italiane e straniere, nella pubblica amministrazione, negli enti locali; funzioni direttive, di responsabilità o di consulenza nelle organizzazioni internazionali, nei progetti di cooperazione internazionale.

I laureati del Corso di Laurea magistrale posseggono elevate conoscenze di due lingue straniere e del loro uso in contesto lavorativo ai fini della comunicazione in situazioni di interculturalità. Posseggono competenze applicate nella comunicazione digitale. Posseggono inoltre una formazione culturale e capacità critiche che permettono loro di analizzare e risolvere problemi complessi che riguardino la mediazione linguistica in svariati ambiti professionali.

I laureati possono ricoprire il ruolo di direttori o dirigenti in aziende, organizzazioni di vario tipo, in particolare nei settori imprenditoriali, nei servizi, nel commercio e nell'amministrazione. Possono svolgere attività professionali di esperti e di formatori presso enti e istituzioni nell'ambito dell'integrazione economica, sociale e culturale; di consulenza specialistica presso enti pubblici nell'ambito della tutela delle lingue immigrate e più in generale in rapporto alla legislazione linguistica dell'Unione Europea; di valorizzazione e di promozione del territorio.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • 2.5.1.6.0 Specialisti delle relazioni pubbliche, dell'immagine e professioni assimilate
  • 2.5.4.1.3 Redattori di testi per la pubblicità
  • 2.5.4.1.4 Redattori di testi tecnici
  • 2.5.4.4.2 Revisori di testi
  • 3.3.1.4.0 Corrispondenti in lingue estere e professioni assimilate

Il corso consente di conseguire l'abilitazione nelle seguenti professioni regolamentate:

  • Insegnante di Lingue nelle Scuole superiori di I e di II grado, secondo le previste procedure abilitanti.
  • Insegnante di Lingua italiana per studenti di lingua straniera.

Il laureato magistrale in Traduzione può trovare occupazione presso imprese traduttive, aziende, enti, istituti di documentazione e di ricerca pubblici e privati, organizzazioni nazionali, internazionali e ONG; nell'ambito dell'informazione e della comunicazione, dell'insegnamento e della ricerca scientifica.

Il Corso prepara alle professioni di:

  • Traduttore di alta professionalità nel campo della traduzione letteraria e specialistica (traduttore di testi letterari; traduttore specializzato per la comunicazione settoriale, aziendale, per l'editoria cartacea e multimediale e per gli organismi internazionali; organizzatore di eventi di notevole spessore culturale in Italia e all'estero; specialista delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate; corrispondente in lingue estere e assimilati)
  • Linguista e filologo (Curatore, editore e revisore di testi; Redattore; Linguista e filologo; Professionale della comunicazione e dell'informazione)

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT):

  • Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate (2.5.1.6.0)
  • Scrittori e poeti (2.5.4.1.1)
  • Dialoghisti e parolieri (2.5.4.1.2)
  • Redattori di testi per la pubblicità (2.5.4.1.3)
  • Redattori di testi tecnici (2.5.4.1.4)
  • Interpreti e traduttori di livello elevato (2.5.4.3.0)
  • Linguisti e filologi (2.5.4.4.1)
  • Revisori di testi (2.5.4.4.2)

Professions

Once students have completed this Postgraduate course in Translation Studies, they can find work in translation agencies, companies, the public sector, documentation and public and private research centres, local and international organisations and NGOs, information and communication fields, teaching and scientific research.

This Degree Course prepares students for these professions:

  • Highly skilled translator of literary and specialist works, i.e translator of books, specialist communication, corporate material, paper and multimedia material for publishing houses and international organisations; top cultural event organisers in Italy and abroad; PR and image specialist and similar professions, foreign language correspondent
  • Linguist and Philologist, i.e. curator, editor and sub editor; publisher; expert in communication and information


This Degree Course prepares students for these professions (ISTAT codes):

  • PR and image specialist and similar professions, (2.5.1.6.0)
  • Writers and poets (2.5.4.1.1)
  • Script and songwriter/lyricist (2.5.4.1.2)
  • Advertising copy editor (2.5.4.1.3)
  • Technical copy editor (2.5.4.1.4)
  • Highly skilled interpreters and translators (2.5.4.3.0)
  • Linguists and philologists (2.5.4.4.1)
  • Editors (2.5.4.4.2)

 

Ultimo aggiornamento: 03/06/2019 15:20
Location: https://www.lingue.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!