Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

FILOLOGIA SLAVA MAGISTRALE

Oggetto:

SLAVIC PHILOLOGY

Oggetto:

Anno accademico 2021/2022

Codice dell'attività didattica
LIN0254
Docente
Prof. Vittorio Springfield Tomelleri (Titolare del corso)
Corso di studi
LINGUE E LETTERATURE MODERNE (Magistrale)
Anno
1° anno
Periodo didattico
Primo semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
L-LIN/21 - slavistica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Filologia Slava triennale

Gli studenti che non hanno sostenuto l'esame di Filologia Slava triennale devono aggiungere al programma la seguente parte integrativa:

B. Comrie & G. G. Corbett, Introduction, in: B. Comrie & G. G. Corbett (eds.), The Slavonic languages, London & New York: Routledge, 1993, pp. 1-19.

A. M. Schenker, The Dawn of Slavic. An Introduction to Slavic Philology, New Haven and London: Yale University Press, 1995, pp. 61-102.

Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

 

 

L'insegnamento di Filologia Slave magistrale, oltre ad approfondire le nozioni di linguistica sincronica e diacronica, in relazione alla categoria dell’aspetto verbale, si propone di trasmettere alcune conoscenze avanzate di filologia e di critica del testo; nello specifico, verranno affrontati i seguenti argomenti:

 

Aspettologia slava

 

Critica del testo

 

Storia della linguistica sovietica

 

 

 

The Slavic Philology course (master’s level-degree), in addition to deepening the notions of synchronic and diachronic linguistics, with respect to the category of verbal aspect, aims at providing some advanced knowledge of philology and textual criticism; specifically, the following topics will be dealt with:

 

9 CFU

 

Slavic aspectology

 

Textual criticism

 

History of Soviet linguistics: the case of Marrism

 

6 CFU

 

Slavic aspectology

 

History of Soviet linguistics

 

 

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 

 

Al termine del corso lo studente avrà acquisito una competenza teorica e anche pratica di una delle categorie più complesse delle lingue slave. In aggiunta, il lavoro pratico con manoscritti slavo-ecclesiastici e l’approccio storico alla storia della disciplina è inteso a sviluppare competenze filologiche e critiche.

 

 

At the end of the course, the student will acquire a theoretical and also practical command of one of the most complex grammatical categories of Slavic languages. In addition, the practical work with Church Slavonic manuscripts, as well as the the historical approach to the history of the discipline, is aimed at developing philological and critical skills.

 

 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 

 

Lezioni in presenza (e streaming)

 

 

Classroom teaching (streaming)

 

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 

 

Prova orale con domande sugli argomenti trattati nel corso, arricchiti dalle letture consigliate. In alternativa, al posto di una delle tre parti presentazione di una tesina scritta, di una quindicina di cartelle, su un argomento del corso o ad esso attiguo.

 

Per il superamento dell'esame è richiesta una preparazione almeno sufficiente sulle due parti del corso; la mancata preparazione di una delle parti del corso implica il rinvio ad altro appello.

Per una votazione eccellente/ottima, oltre alla conoscenza delle nozioni richieste vengono valutate la capacità espositiva, la proprietà terminologica e l'attitudine critica.

 

 

The exam is structured as follows: oral exam on all three parts of the course (without the possibility of splitting into multiple exam sessions. Alternatively, it is possible to present a written essay (about 15 pages) in substitution of one of the three parts.

In order to pass the exam, at least sufficient preparation on the three parts of the course is required; failure to prepare one part of the course implies a postponement to the next exam session.

For excellent marks, in addition to the knowledge of the notions required, the ability to present, terminology, and critical attitudes are evaluated.

 

 

Oggetto:

Programma

 

 

Linguistica slava: L’aspetto verbale di tipo slavo fra sincronia e diacronia. Azionalità e aspetto. Aspetto e Aktionsarten. Tipologia delle opposizioni aspettuali e tipologia dell’aspetto slavo. Aspetto romanzo vs. aspetto slavo (categorie flessive vs. categorie derivazionali). Prefissazione e suffissazione. Considerazioni areali. Excursus sulla prefissazione (uso di preverbi) in lingue non indoeuropee

 

Storia della linguistica sovietica: la libera discussione in Unione sovietica

 

Critica del testo: esercitazioni pratiche su manoscritti slavi medievali e problemi di collazione e allestimento di un’edizione critica

 

 

Slavic linguistics: Slavic verbal aspect between synchrony and diachrony. Actionality and Aspect. Aspect and Aktionsarten. Typology of aspectual oppositions and typology of the Slavic aspect. Romance aspect vs. Slavic aspect (inflectional categories vs. derivational categories). Prefixation and suffixation. Areal considerations. Excursus on prefixation (use of preverbs) in languages outside the Indo-European family.

 

History of Soviet linguistics: the free discussion in Linguistics

 

Textual criticism: practical work on medieval manuscripts and problems of collation and preparation of a critical edition

 

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

S. T. Tatevosov, Akcional’nost’ v leksike i grammatike. Glagol i struktura sobytija, Moskva: Jazyki slavjanskoj kul’tury, 2015.

P. M. Arkad’ev, Areal’naja tipologija prefiksal'nogo perfektiva (na materiale jazykov Evropy i Kavkaza), Moskva: Jazyki slavjanskoj kul'tury, 2015.

J. Kamphuis, Verbal Aspect in Old Church Slavonic. A Corpus-Based Approach, Leiden-Boston: Brill Rodopi, 2020.

E. Rigotti, La linguistica in Russia dagli inizi del secolo XIX ad oggi. III: Il ventennio critico della linguistica sovietica, «Rivista di Filosofia Neo-Scolastica» 64, 1972, 4: 648-671

C. Tagliavini, La linguistica nell’Unione Sovietica, in Scienza e cultura nell’URSS. Atti del convegno di informazione sui recenti studi e ricerche sovietiche (Firenze, 24-25 novembre 1950), Roma, Editrice tipografico Dell’Orso, [1951], pp. 222-276 [ristampato in Id., Scritti minori, Bologna, Pàtron, 1982, pp. 569-623].

V. S. Tomelleri, Linguistica e filologia in Unione Sovietica. Trilogia fra sapere e potere, Milano-Udine: Mimesis, 2020 (capitolo secondo).

I. V. Stalin, Il marxismo e la linguistica, nuova traduzione di Bruno Meriggi, prefazione di Giacomo Devoto, Milano, Giangiacomo Feltrinelli Editore, 1968 (Universale Economica Feltrinelli 562).

J. V. Murra, R. M. Hankin, F. Holling (eds.), The Soviet linguistic controversy translated from the Soviet Press (Columbia University Slavic Studies), New York, King’s Crown Press, 1951.

C. Brandist, Ivan Meshchaninov. Introduction to Japhetidology: Theses, Translated and with an Introduction by Craig Brandist, in: C. Brandist & K. Chown (eds.), Politics and the Theory of Language in the USSR 1917-1938. The Birth of Sociological Linguistics, London et al.: Anthem Press, pp. 169-179.

A. Danti, On the Significance of the Critical Text. Polata knigopis’naja 27-28, 1995, pp. 157-162.

S. T. Tatevosov, Akcional’nost’ v leksike i grammatike. Glagol i struktura sobytija, Moskva: Jazyki slavjanskoj kul’tury, 2015.

P. M. Arkad’ev, Areal’naja tipologija prefiksal'nogo perfektiva (na materiale jazykov Evropy i Kavkaza), Moskva: Jazyki slavjanskoj kul'tury, 2015.

J. Kamphuis, Verbal Aspect in Old Church Slavonic. A Corpus-Based Approach, Leiden-Boston: Brill Rodopi, 2020.

E. Rigotti, La linguistica in Russia dagli inizi del secolo XIX ad oggi. III: Il ventennio critico della linguistica sovietica, «Rivista di Filosofia Neo-Scolastica» 64, 1972, 4: 648-671

V. S. Tomelleri, Linguistica e filologia in Unione Sovietica. Trilogia fra sapere e potere, Milano-Udine: Mimesis, 2020 (capitolo secondo).

C. Tagliavini, La linguistica nell’Unione Sovietica, in Scienza e cultura nell’URSS. Atti del convegno di informazione sui recenti studi e ricerche sovietiche (Firenze, 24-25 novembre 1950), Roma, Editrice tipografico Dell’Orso, [1951], pp. 222-276 [ristampato in Id., Scritti minori, Bologna, Pàtron, 1982, pp. 569-623].

I. V. Stalin, Il marxismo e la linguistica, nuova traduzione di Bruno Meriggi, prefazione di Giacomo Devoto, Milano, Giangiacomo Feltrinelli Editore, 1968 (Universale Economica Feltrinelli 562).

J. V. Murra, R. M. Hankin, F. Holling (eds.), The Soviet linguistic controversy translated from the Soviet Press (Columbia University Slavic Studies), New York, King’s Crown Press, 1951.

C. Brandist, Ivan Meshchaninov. Introduction to Japhetidology: Theses, Translated and with an Introduction by Craig Brandist, in: C. Brandist & K. Chown (eds.), Politics and the Theory of Language in the USSR 1917-1938. The Birth of Sociological Linguistics, London et al.: Anthem Press, pp. 169-179.

A. Danti, On the Significance of the Critical Text. Polata knigopis’naja 27-28, 1995, pp. 157-162.

Linguaggio e classi sociali. Marrismo e stalinismo (Introduzione di A. Ponzio)
Autore: J.-B. Marcellesti et al.Edizione: Bari 1978
Casa editrice: Dedalo Libri



Oggetto:

Note

Ulteriori materiali e indicazioni bibliografiche verranno forniti durante il corso.

 

L’esame si svolge generalmente in lingua italiana, è possibile eventualmente svolgerlo in russo, inglese o tedesco.

 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/06/2021 10:46