Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

LINGUISTICA ITALIANA - Studenti P-Z

Oggetto:

ITALIAN LINGUISTICS - Students P-Z

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
LIN0049
Docente
Giovanni Ronco (Titolare del corso)
Corso di studi
SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA (Triennale)
Anno
1° anno
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/12 - linguistica italiana
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Conoscenza della lingua italiana
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento di LINGUISTICA ITALIANA rientra nell'ambito della formazione linguistica triennale. 

La formazione linguistica triennale, attraverso la riflessione sulla lingua quale fenomeno storico, sociale e culturale, l'analisi di testi scritti e orali, gli esercizi di traduzione e di mediazione, con il supporto di sussidi multimediali, è finalizzata alla conoscenza di base delle nozioni di linguistica teorica e applicata, di filologia, di glottodidattica, di traduttologia.
L'insegnamento di LINGUISTICA ITALIANA si propone di applicare alla lingua italiana nozioni di base della linguistica teorica ed applicata, con particolare riferimento al lessico, riflettendo anche sulla lingua quale fenomeno storico, sociale e culturale.

 

The teaching of LINGUISTICA ITALIANA is part of the three-year linguistic degree.

The three-year linguistic deegre is aimed at the basic knowledge of the notions of theoretical and applied linguistics, philology,  glottodydactics and translatology through the reflection on the language as a historical, social and cultural phenomenon, the analysis of written and oral texts, translation and mediation exercises, with the support of multimedia subsidies.

The teaching of LINGUISTICA ITALIANA proposes to apply to the Italian language the basic notions of theoretical and applied linguistics, with particular reference to the lexicon, reflecting also on the language as a historical, social and cultural phenomenon.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà essere in grado
- di riflettere sull'evoluzione storica della lingua dalle origini ai giorni nostri, seppure per brevi cenni;
- di saper fare osservazioni metalinguistiche sulle strutture dell'italiano oggetto dell'insegnamento; 
- di aver preso coscienza dell'esistenza di varietà funzionali e registri, nonché di sottocodici specialistici;
- di essere consapevole che una buona competenza linguistica comprende anche l'osservanza nell'interazione di regole pragmatiche di comportamento (abilità comunicativa).

In generale lo studente dovrà dimostrare di conoscere gli argomenti del corso e una buona capacità di comprensione degli stessi, nonché di avere la capacità di applicare tale conocenza ad ambiti non strettamenti inerenti al programma d'esame, anche con una qualche autonomia di giudizio, con particolare riferimento al vissuto quotidiano.

 

At the end of the course, the student must be able

- to reflect on the historical evolution of the language from its origins to today, even though short brief;

- to be able to make metalinguistic observations on the structures of the Italian subject of the teaching;

- to demonstrate that he knew about of the existence of functional varieties and registers as well as of specialist sub-codes;

- to demonstrate that good linguistic competence also includes observing the interaction of pragmatic behavioral rules (communicative abilities).

In general, the student must demonstrate knowledge of the subjects of the course and their ability to understand them, as well as having the ability to apply such a convention to non-constraints inherent in the examination program, even with some autonomy of decisions, particular reference to daily life. 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali per complessive 54 ore (+ 6 di approfondimento), suddivise in 6 ore settimanali, distribuite su 3 giorni

 

Frontal lessons for a total of 54 hours (+ 6 focused), divided into 6 hours per week, distributed over 3 days

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Le conoscenze saranno verificate attraverso un colloquio orale con domande riguardanti gli argomenti previsti nel programma del corso. La preparazione sarà considerata adeguata (con votazione espressa in trentesimi), se lo studente dimostrerà 
- capacità espositiva (incluso l'uso corretto della lingua italiana);
- uso appropriato della terminologia specialistica (lessico disciplinare);
- acquisizione dei contenuti oggetto dell'insegnamento;
- buon inquadramento storico di fatti e personaggi a cui si fa cenno durante le lezioni.

Knowledge will be verified through an oral interview with questions related to the topics of the main program. Preparation will be considered adequate (with vote expressed in thirty point) if the student demonstrates:

- capacity to talk with propriety (including correct use of the Italian language);

- appropriate use of specialized terminology (disciplinary vocabulary);

- acquisition of the contents of the teaching;

- good historical appointments of facts and characters mentioned in lessons. 

Oggetto:

Attività di supporto

Oggetto:

Programma

A) Cenni di storia della lingua italiana:
- fino a quando si deve parlare di 'latino' e da quando si può parlare di 'volgare' o di 'volgari'?
- il "De vulgari eloquentia" e la partizione dialettale dell'Italia;
- Bembo e la nascita dell'italiano;
- il Vocabolario della Crusca;
- Galileo e l'italiano specialistico;
- la lingua come questione sociale: Manzoni e Ascoli;
- l'acquisizione dell'italiano da parte degli Italiani.
B) L'italiano di oggi:
- morfologia flessiva e lessicale;
- la variazione diatopica, diamesica, diafasica e diastratica;
- cenni di linguistica pragmatica.

A) History of the Italian language:

- until you have to talk about 'Latin' and since you can talk about 'vulgar' or 'vulgars'?

- the "De vulgari eloquentia" and the dialectal partition of Italy;

- Bembo and the birth of the Italian language;

- The Crusca Vocabulary;

- Galileo and the Italian specialist language;

- the language as a social question: Manzoni and Ascoli;

- the appropriation of Italian by the Italians.

B) Today's Italian:

- flexible morphology and vocabulary;

- Diatopic, diamesic, diaphasical and diastratic variation;

- notes of pragmatic linguistics.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

1)P. D'Achille , L'italiano contemporaneo, Bologna, Il Mulino, (qualsiasi edizione) 

2)C. Marazzini, La lingua italiana. Storia,testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2010 [solo i seguenti capitoli e paragrafi:
I, III-VI, VII (solo § 7), VIII-XIII, XV (solo § 4), XVII (solo § 1), XVIII (solo §§ 1-2), XIX (solo §§ 2-3), XX-XXI]; per l'edizione 2015 solo i seguenti capitoli e paragrafi: I, III-VI, VIII, IX (solo § 4), X (solo § 7), XII, XIII (solo § 1), XIV, XV (solo §§ 1-2), XVI, XVII (solo §§ 2-3), XVIII- XXI;

3) C, Giovanardi - E. De Roberto, L'italiano. Struttura, comunicazione, testi, Milano-Torino, Pearson Italia, 2018;

4)  L.Serianni-G.Antonelli, Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica, Milano-Torino, Pearson Italia, 2017;

5) G. Berruto e M. Cerruti, La Linguistica. Un corso introduttivo, Novara, De Agostini, 2017;

6) G. Berruto, Sociolinguistica dell'italiano contemporaneo, Roma, Carocci, 2012;

7) F. Casadei, Breve dizionario di linguistica, Roma, Carocci, 2011,

8) L'italiano alla prova. Lingua e cultura linguistica dopo l'Unità, a cura di F. Pierro e G. Polimeni, Cesati, Firenze, 2016.

1)P. D'Achille , L'italiano contemporaneo, Bologna, Il Mulino, (any edition); 

2)C. Marazzini, La lingua italiana. Storia,testi, strumenti, Bologna, Il Mulino, 2010 [only the following chapters and paragraphes]:
I, III-VI, VII (only § 7), VIII-XIII, XV (only § 4), XVII (only § 1), XVIII (only §§ 1-2), XIX (only §§ 2-3), XX-XXI]; for the edition 2015 only the following chapters and paragraphes: I, III-VI, VIII, IX (only § 4), X (only § 7), XII, XIII (only § 1), XIV, XV (only §§ 1-2), XVI, XVII (only §§ 2-3), XVIII- XXI;

3) C, Giovanardi - E. De Roberto, L'italiano. Struttura, comunicazione, testi, Milano-Torino, Pearson Italia, 2018;

4)  L.Serianni-G.Antonelli, Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica, Milano-Torino, Pearson Italia, 2017;

5) G. Berruto e M. Cerruti, La Linguistica. Un corso introduttivo, Novara, De Agostini, 2017;

6) G. Berruto, Sociolinguistica dell'italiano contemporaneo, Roma, Carocci, 2012;

7) F. Casadei, Breve dizionario di linguistica, Roma, Carocci, 2011,

8) L'italiano alla prova. Lingua e cultura linguistica dopo l'Unità, a cura di F. Pierro e G. Polimeni, Cesati, Firenze, 2016.

 



Oggetto:

Note

Il contenuto delle lezioni si trova nei testi indicati con 1) e 2) oppure, in alternativa, nei testi indicati con 3) e 4), che costituiscono il programma d'esame; gli altri sono testi di approfondimento. Si raccomanda di consultare il testo 7), o altro analogo,  in presenza di termini della linguistica di cui non si conosca il significato.

 

The content of the lessons is in the texts indicated in 1) and 2) or in 3) and 4), which constitutes the exam program; the others are in-depth texts. It is recommended to read the text 7), or someone like this, in the presence of terms of language that you don't know the meaning.

 

 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 01/02/2019 14:40
Non cliccare qui!