Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

LINGUA ROMENA - MAGISTRALE (Annualità unica)

Oggetto:

ROMANIAN LANGUAGE AND LINGUISTICS (Single Exam)

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
LIN0196_0
Docente
Roberto Merlo (Titolare del corso)
Corso di studi
LINGUE E LETTERATURE MODERNE (Magistrale)
Anno
1° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
L-LIN/17 - lingua e letteratura romena
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Lingua romena livello B2-C1
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

La formazione linguistica magistrale, attraverso riflessioni specifiche sulle dinamiche comunicative e traduttive, con articolati esercizi di comprensione, di traduzione e di produzione scritta/orale e il supporto di sussidi multimediali, è finalizzata all’approfondimento delle nozioni di linguistica teorica e applicata, di filologia, di glottodidattica, di traduttologia e all’acquisizione, per le lingue straniere, di competenze e abilità di grado intermedio-avanzato, corrispondenti al livello B2-C1 del “Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue”.

In particolare l’insegnamento di LINGUA ROMENA si propone di fornire:

  • una buona consapevolezza dei processi traduttivi da un punto di vista sia teorico sia pratico.
  • una buona conoscenza dei principali strumenti linguistici analogici e digitali utili alla traduzione dal romeno e del loro uso.
Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà dimostrare:

  • di essere in grado di tradurre in maniera autonoma e consapevole un testo dal romeno all’italiano.
Oggetto:

Modalità di insegnamento

L’insegnamento sarà impartito mediante lezioni frontali nel Modulo A e in maniera seminariale e collaborativa nel Modulo B. 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio (“esame orale”), durante il quale il candidato dovrà presentare una propria traduzione inedita svolta in autonomia di un testo dal romeno all’italiano (tra le 8 e 10 cartelle, per 2.000 battute/cartella), commentando le specificità del testo e altre informazioni rilevanti e argomentando in relazione ad esse le proprie traduttive.

Il candidato dovrà esprimersi in modo chiaro e preciso e dare prova di adeguata proprietà di linguaggio impiegando in maniera corretta e consapevole la terminologia specifica illustrata e adottata nel corso delle lezioni che costituiscono il Modulo A: La traduzione del romeno, teoria e pratica.

Alla formazione del voto finale concorrerà inoltre la valutazione delle traduzione effettuate in itinere nel Modulo B: Applicazioni pratiche.

Tanto le traduzioni effettuate in itinere durante il corso quando la traduzione autonoma da discutere al colloqui andranno inviate al docente via mail, nella loro forma definitiva e in formato *.doc, almeno una settimana prima della data d’appello in cui si intende sostenere l’esame.

La valutazione sarà espressa attraverso un voto in trentesimi. 

NB L'accesso al colloquio dell'insegnamento di Lingua romena è condizionato dal superamento della prova del lettorato di Lingua romena della corrispondente annualità.

Oggetto:

Programma

INTRODUZIONE ALLA TRADUZIONE LETTERARIA DAL ROMENO: TEORIA A PRATICA

MODULO A: La traduzione del romeno, teoria e pratica

Introduzione alla traduzione e alla traduttologia: nozioni di base e problematiche specifiche della traduzione dal romeno. Analisi parallele di traduzioni dal romeno.

MODULO B: Applicazioni ai testi

Esercitazioni di traduzione dal romeno all’italiano. Verranno affrontati testi di varia natura, letteratura (moderna e contemporanea, in prosa e in versi, narrativa e teatro), testi tecnico-specialistici, brani giornalistici, saggistica di vario ambito, testi dal Web, sottotitoli ecc.

La traduzione di ciascun testo procederà in parte a lezione, iniziata in modo collaborativo da studenti e docente, e in parte fuori lezione, continuata in maniera autonoma da ciascuno studente; questa seconda parte di ogni traduzione verrà presentata da ciascuno studente in classe e discussa con compagni e docenti, così come avverrà al colloquio finale (v. Modalità di verifica dell'apprendimento).

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Dana Grasso, “Traduttologia e traduzione. Nozioni teoriche e applicazioni italiano-romeno”, Meteor Press, 2003.

Umberto Eco, “Dire quasi la stessa cosa”, Bompiani, qualsiasi edizione. 



Oggetto:

Note

Il corso è trasversale, potendo essere inserito nel carico didattico di tutti i Corsi di Studio in cui ne sia prevista la possibilità.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 14/06/2016 18:15