Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Cenni storici e geografici

Nel corso della storia Torino ha assunto diverse identità, da capitale del Regno d’Italia a polo industriale di grande importanza, da centro artistico e culturale a città olimpica. Le eredità di questi momenti storici convivono nella Torino odierna, città di spicco del panorama italiano ed europeo.

La città dei Savoia

Città sede della famiglia Savoia fin dal XIII secolo, nel 1563 Torino diventa capitale del regno sabaudo. In questi anni, grazie alle opere di importanti architetti, acquista un fascino unico diventando una delle capitali europee del Barocco. 
Da sempre importante centro economico, di produzione e di scambi, nel 1578 acquista prestigio anche dal punto di vista religioso diventando nuova sede della Sacra Sindone, il lenzuolo che, secondo la tradizione cristiana, avvolse il corpo di Gesù Cristo. 
Torino si afferma anche come centro culturale di grande prestigio. Molte personalità di spicco, tra cui Erasmo da Rottardarm, si laurearono presso l’università della città, fondata nel 1404.

La capitale d’Italia

Dopo l’invasione da parte delle truppe napoleoniche, Torino conosce un periodo di dominio francese conclusosi nel 1814, quando il Congresso di Vienna restituì la città ai Savoia. Da questo momento, Torino diventa protagonista degli eventi risorgimentali che la porteranno, nel 1861, a diventare prima capitale del neonato Regno d’Italia.

La Torino del Novecento

L’inizio del XX secolo vede l’affermarsi di Torino come centro di industria, in particolare con la fondazione della Fiat, a opera della famiglia Agnelli, nel 1899. Nata come azienda nazionale, si affermerà in seguito a livello internazionale attirando un numero sempre maggiore di lavoratori da tutte le regioni italiane e modificando profondamente gli equilibri sociali della città. 
Sono questi gli anni che vedono fiorire a Torino diverse attività culturali tra cui il cinema, con la produzione del primo lungometraggio a distribuzione mondiale, la radio e la televisione. Proprio qui nascerà infatti la Eiar, progenitrice della Rai.

Torino oggi

Città sempre proiettata verso il futuro e pronta ad accettare nuove sfide, Torino viene scelta come sede dei Giochi Olimpici Invernali del 2006. Questo evento ha portato nella città un nuovo spirito internazionale che le ha permesso di avvicinarsi ulteriormente al mondo. Da questo momento, infatti, la città è stata sede di numerosi eventi di carattere sportivo, culturale e enogastronomico culminati con i festeggiamenti dei 150 Anni dell’Unità d’Italia, che si sono protratti per tutto il 2011.

Dimensione culturale:

Dall’arte alla cultura, dal cinema ai motori, numerose sono le iniziative e i luoghi dedicati alla cultura.

Musei:

  • Museo Nazionale del Cinema: situato presso la Mole Antoneliana;
  • Museo Egizio: primo per importanza a livello europeo e secondo solo a quello de Il Cairo a livello mondiale;
  • Museo del Risorgimento: ripercorre la storia della prima capitale d’Italia, nel luogo che fu sede del primo Parlamento del Regno;
  • Museo dell’Automobile: recentemente rinnovato ospita e celebra la cultura locale dell’automobile;
  • GAM: Galleria d’Arte Moderna, ospita collezioni provenienti da musei internazionali.

Eventi:

  • Salone del Libro di Torino: è la più grande manifestazione d'Italia dedicata all'editoria, alla lettura e alla cultura, e fra le più importanti in Europa;
  • Torino Film Festival: nato nel 1982 è uno dei principali festival cinematografici italiani, dedicato soprattutto al cinema indipendente;
  • Torino Jazz Festival: questo evento grazie a diverse forme artistiche ripercorre la storia dei grandi maestri del jazz.

Torino by night:

Città a 360°, Torino ospita tutto l’anno un gran numero di giovani e turisti provenienti da ogni parte del mondo. Con i suoi quartieri alla moda, i suoi locali e le sue possibilità di svago, chiunque può trovare il luogo adatto per divertirsi. 
San Salvario: storico quartiere che ha conosciuto varie ondate migratorie, presenta oggi un carattere multietnico, vero centro della movida torinese.
Il Quadrilatero: il più antico quartiere della città, ospita alcuni dei più importanti monumenti, tra cui il Duomo e la Porta Palatina. Oggi tra queste bellezze storiche sono sorti diversi locali alla moda, tra cui diversi ristoranti che offrono un gran numero di specialità locali e etniche.

Lo sapevate che…

  • Il cioccolato è un elemento ricorrente della storia torinese. La popolare maschera carnevalesca “Gianduja” ha dato il suo nome a un tipo di cioccolatino locale: il gianduiotto. Inoltre il cioccolato unito al caffè ritorna sotto forma di Bicerin, tipica bevanda servita nei numerosi caffè storici del centro. Infine per celebrare il legame di questa città con il cioccolato, ogni anno viene organizzato “CioccolaTò”, la fiera del cioccolato.
  • Nella zona del Quadrilatero romano, su Piazza della Repubblica, ha luogo quotidianamente il mercato di Porta Palazzo, il più grande mercato scoperto d’Europa.
  • Piazza Vittorio Veneto è la più grande piazza d’Europa senza statua centrale.

Torna a Laurea Magistrale LM38 Binazionale

 

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:29
Non cliccare qui!