Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

LINGUA ROMENA (Seconda annualità )

Oggetto:

ROMANIAN LANGUAGE AND LINGUISTICS (SECOND YEAR)

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
LIN0134_0
Docente
Bogdan Harhata (Titolare del corso)
Corso di studi
LINGUE E LETTERATURE MODERNE (Triennale)
SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA (Triennale)
Anno
2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
L-LIN/17 - lingua e letteratura romena
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Lingua romena I annualità
Propedeutico a
Lingua romena III annualità
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di fornire:

  • una breve introduzione alla storia della lingua romena e delle sua particolarità in ambito romanzo;
  • un quadro dettagliato delle strutture grammaticali di base della lingua romena contemporanea, tanto dal punto di vista descrittivo-normativo quanto in una prospettiva contrastiva italiano-romeno, nei settori della fonetica, fonologia, fonomorfologia e morfologia nominale.
Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà dimostrare:

  • di conoscere l’origine e le principali linee di sviluppo della lingua romena;
  • di conoscere il sistema fonetico-fonologico della lingua romena e la sua trascrizione in alfabeto IPA (Internation Phonetic Association);
  • di conoscere il sistema ortografico della lingua romena e la sua relazione con quello fonetico-fonologico;
  • di conoscere il sistema morfologico nominale e pronominale della lingua romena.
Oggetto:

Modalità di insegnamento

L’insegnamento sarà impartito mediante lezioni frontali nel modulo A e in maniera frontale e seminariale nel Modulo B. 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio (“esame orale”), la cui valutazione sarà espressa attraverso un voto in trentesimi; per avere accesso al colloquio di Lingua romena il candidato dovrà superare la prova scritta di Lettorato di Lingua romena, la cui valutazione espressa tramite voto in trentesimi concorrerà alla formazione del voto finale dell’insegnamento di Lingua romena.

Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver raggiunto i risultati di apprendimento attesi rispondendo a domande puntuali relative alle conoscenze fornite dall’insegnamento e costruendo a partire da esse un discorso autonomo.

Le conoscenze possedute dovranno essere esposte con chiarezza, precisione e adeguata proprietà di linguaggio, impiegando in maniera corretta e consapevole la terminologia illustrata e adottata nella trattazione degli argomenti oggetto dell’insegnamento.

Oggetto:

Programma

MODULO A: Introduzione alla storia della lingua romena

Origine e principali linee di sviluppo della lingua romena in ambito romanzo. Dal latino al romeno: fonologia, morfologia e lessico. Contatti con lingue non romanze. Prime testimonianze scritte. Il lungo medioevo “orientale” e l’“occidentalizzazione” moderna e contemporanea.

MODULO B: Introduzione alla studio grammaticale della lingua romena

Fonetica, fonologia e ortografia: presentazione del sistema fonetico, fonologico e ortografico della lingua romena, con particolare attenzione alle peculiarità fonomorfologiche (le cosiddette “alternanze fonetiche”), che introdurranno la parte dedicata alla morfologia; trascrizione in alfabeto IPA.

Morfologia: presentazione della morfologia nominale e pronominale. Particolare attenzione sarà dedicata ai criteri di classificazione delle classi morfologiche e alle peculiarità delle stesse a livello non solo morfologico ma anche sintattico e semantico.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

MODULO A

Marius Sala, “Dal latino al romeno”, seconda edizione rivista e aggiornata, dell’Orso, Alessandria, 2009

MODULO B

Manuale di base:

"Gramatica limbii române", vol. 1, Editura Academiei Republicii Socialiste România, Bucureşti, 1966

Uno a scelta dei seguenti manuali:

Dumitru Bejan, “Gramatica limbii române”, Ed. Echinox, Cluj-Napoca, 1997 (o più recente)

Dumitru Irimia, “Gramatica limbii române”, Ed. Polirom, Iași, 1997 (o più recente)

Ștefania Popescu, “Gramatica practică a limbii române”, Ed. Orizont, București, 1995 (o più recente)

 

Testi raccomandati:

Liliane Tasmowski-De Ryck, “Cours de grammaire roumaine”, Éditions de la Fondation culturelle roumaine, Bucharest, 2001

Alf Lombard, “La langue roumaine. Une présentation”, Éditions Klincksieck, Paris, 1974

 

Altri testi utili:

Ioan Guţia, “Grammatica romena moderna”, Roma, Bulzoni, 1981

Laurenţia Jinga, “Grammatica romena per italiani”, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2004

Valeria Guţu Romalo (ed.). “Gramatica limbii române”, vol. 1: “Cuvântul”, Editura Academiei Române, 2005

Oggetto:

Orario lezioni

GiorniOreAula
Lunedì8:00 - 10:00
Martedì8:00 - 10:00
Mercoledì8:00 - 10:00

Lezioni: dal 20/02/2017 al 24/05/2017

Nota: Le lezioni avranno luogo in

Aula 3 - 1° Piano (Palazzetto Gorresio)
via Giulia di Barolo, 3/A - Torino

Oggetto:

Note

Il corso è trasversale, potendo essere inserito nel carico didattico di tutti i Corsi di Studio in cui ne sia prevista la possibilità.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/01/2017 14:48