Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

LINGUA FRANCESE (Prima annualità)

Oggetto:

FRENCH LANGUAGE AND LINGUISTICS (First Year)

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
LIN0243_0
Docente
Marie Berthe Vittoz (Titolare del corso)
Corso di studi
COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE PER IL TURISMO (Magistrale)
LINGUE STRANIERE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (Magistrale)
Anno
1° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
L-LIN/04 - lingua e traduzione - lingua francese
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Francese
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto più orale obbligatorio
Prerequisiti
Due annualità di Lingua francese triennale.
- Competenze traduttive di base e conoscenza delle risorse elettroniche per la traduzione
- Competenze comunicative scritte e orali di livello B2+
- Competenze e conoscenze di base in lingua di specialità (français des affaires)
- Competenze trasversali: saper lavorare in gruppo, gestire il proprio autoapprendimento, saper interagire in modo appropriato in diversi contesti
Propedeutico a
Lingua francese 2 magistrale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L’insegnamento di LINGUA FRANCESE (PRIMA ANNUALITA' MAG) rientra nell’ambito della formazione linguistica magistrale

Sviluppo delle competenze linguistico-specialistiche in ambito economico-giuridico
Arricchimento lessicale (linguaggi giuridico-economici)
Potenziamento delle competenze di mediazione linguistica (francese-italiano, italiano-francese)
Consolidamento della produzione scritta guidata e autonoma di tipo professionale
Conoscenza degli strumenti TAO per la traduzione (TRADOS).

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà dimostrare la progressione dal livello in ingresso B2+/C1 al livello C1+ secondo i descrittori del QCER. In particolare dovrà aver consolidato le conoscenze e competenze linguistiche relativamente al FOS (français des affaires) e alla traduzione, dovrà conoscere la letteratura del management interculturale, dovrà aver sviluppato capacità di riflessione critica sulla comunicazione interculturale e saper affrontare adeguatamente case studies. In ambito tecnologico-comunicativo, dovrà dimostrare di saper utilizzare in modo indipendente strumenti per la traduzione assistita (TRADOS).

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Ad integrazione delle lezioni frontali sono previsti materiali di supporto PPT e l'uso di risorse online di consultazione e approfondimento.
La metodologia tradizionale sarà integrata dall'uso di TICE e dalla metodologia CLIL.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

PARTE A: tre prove scritte in lingua francese (traduzione dall'italiano in francese, cultura e società, mondo dell'impresa) per il percorso standard e quattro prove scritte per il percorso binazionale (traduzione dall'italiano in francese, cultura e società, mondo dell'impresa, francese giuridico) finalizzate all'accertamento delle conoscenze delle competenze sviluppate attraverso le esercitazioni linguistiche (lettorati). Le prove convergono in un unico voto espresso in trentesimi.

PARTE B : L'esame consiste in una prova scritta con domande relative alla letteratura del management interculturale e analisi di case studies; esercizi linguistici relativi al lessico specialistico economico-giuridico in relazione al programma svolto durante le lezioni della Prof.ssa Vittoz. Il voto è espresso in trentesimi. 

COLLOQUIO ORALE: lo studente dovrà presentare un lavoro individuale con PPT sulla cultura delle imprese internazionali francesi e italiani. Il voto finale è rappresentato dalla media della parte A+B+colloquio ed è espresso in trentesimi.

Oggetto:

Attività di supporto

Sono previsti seminari "professionalizzanti" nel corsp dei due semestri in copresenza con esperti del settore economico, giuridico e di marketing. I seminari sono tenuti in lingua francese, italiana e inglese.

Oggetto:

Programma

PARTE A : esercitazioni linguistiche finalizzato al perfezionamento delle abilità linguistiche e comunicative di livello C1 secondo i descrittori del QCER. 

PARTE B : l'insegnamento è articolato in due moduli attraverso i quali verranno forniti strumenti per l'approfondimento della comunicazione specialistica (area economico-giuridica) in ambito internazionale con particolare attenzione alla realtà franco-italiana. Nel primo modulo, le differenze culturali nel management saranno oggetto di analisi teoriche e di osservazioni pratiche attraverso studio di casi e documenti specifici della cultura d'impresa. Il secondo modulo intende affrontare le difficoltà della traduzione automatica attraverso attività didattiche volte a stimolare la creatività linguistica e a sviluppare le capacità comunicative con l'uso delle TIC.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

AA.VV, Le Français dans les textes juridiques, Napoli, Simone, 2005
P. Balboni, La comunicazione interculturale, Padova, Marsilio, 2007
S. Chevrier, Le management interculturel, Paris, PUF, 2010
G. Cornu, Linguistique juridique, Paris, Montchrestien, 2005
Demorgon J., Comment vivre et penser les relations culturelles, in Synergies Algérie, n. 4/2009, p. 19-23
Ph. D'Iribarne, Cultures et mondialisation, Paris, Seuil, 2002
C.A. Rabassò, Introduction au management interculturel. Pour une gestion de la diversité, Paris, Ellipse 2008



Oggetto:

Note

Il corso è attivato per gli studenti delle seguenti classi di laurea:
Lingue straniere per la comunicazione internazionale (LM38) curriculum standard e curriculum binazionale, Comunicazione internazionale per il turismo (LM38).
Programma ERASMUS (Francia): la docente è referente degli scambi con l’Université de Lyon 2, Lyon 3, Toulon, Montpellier, Liège, Valencia

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 03/10/2016 15:35
Location: https://www.lingue.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!